Le guardie

Le Guardie, agenti ed ufficiali di Polizia Giudiziaria o Amministrativa, provvedono alla vigilanza sull’osservanza delle leggi e regolamenti generali e locali relativi alla protezione degli animali, alla difesa del patrimonio zootecnico, faunistico ed alla tutela ambientale.

Le Guardie, durante l’espletamento dei propri compiti d’ Istituto, sono Pubblici Ufficiali e le Leggi attuali riconoscono alle  Guardie funzioni di Polizia Amministrativa e Polizia Giudiziaria in ambito specifico.

Si diventa Guardia  frequentando un corso di Formazione organizzato dalle Sezioni Provinciali sotto legida del Comandante Regionale, che tratta i seguenti argomenti :

  • Introduzione ai regolamenti e statuto ANPANA;
  • Normative Nazionali e Regionali in materia di Protezione degli animali;
  • Normativa  Cites ( Animali Esotici ) e Leggi Regionali;
  • Normativa Nazionale e Regionale sulla Caccia;
  • Normativa Nazionale e Regionale sulla Pesca;
  • Normativa sul Trasporto degli animali;
  • Leggi sanitarie;
  • Normativa Nazionale e Regionale in materia di Ambiente;
  • Ritrovamento di animali feriti, comportamenti obblighi modalità;
  • L’accertamento dei reati la Polizia Giudiziaria, compiti e funzioni;
  • la Polizia Amministrativa, compiti e funzioni;
  • la Polizia di Sicurezza,compiti e funzioni, interazione con gli organi competenti;
  • I compiti delle Guardie particolari giurate, in seno alle Legge 189/2004;
  • Legislazione in materia di armi;
  • Normative in ambito amministrativo, la compilazione dei Verbali di contestazione, di Sequestro
  • La Protezione Civile.
  • Esame finale scritto ed orale.
  • I nostri corsi rispettano gli standard di qualità certificata  UNI EN ISO 9001/2008

 

I requisiti da avere possedere per partecipare ai corsi sono :

  • Aver compiuto la maggiore età anagrafica, non avere subito condanne per delitto, essere possessori di ottima condotta morale, non svolgere attività lavorative contrastanti con i fini protezionistici statutari dell’Ente, essere cittadino Italiano o della Comunità Europea.
  • Aver assolto la scuola dell’obbligo
  • Partecipazione obbligatoria al Corso di Formazione, con assenze limitate.

 

Settori specifici e controlli nei quali  le GEZ esplicano l’ attività :

  • Anagrafe canina,abbandoni, controllo dei canili e del fenomeno del randagismo di cani e gatti, epidemie degli animali.
  • Tutela di parchi e giardini, verifiche antinquinamento degli scarichi pubblici e privati, controllo delle deposizioni di rifiuti anche ingombranti nelle aree pubbliche e private, discariche abusive e deturpamento delle aree verdi con particolare attenzione agli incendi boschivi e alla lotta ai piromani.
  • Prevenzione e repressione dei maltrattamenti degli animali, dei combattimenti clandestini.
  • Vigilanza sul patrimonio ittico, sulla disciplina dell’esercizio della pesca nelle acque interne, per la repressione del bracconaggio e il controllo dell’attività zoofilo-venatoria.
  • Nel trasporto degli animali, negli allevamenti, nelle fiere e nei mercati circa lo stato degli animali e le condizioni igienico-sanitarie in cui sono tenuti.
  • Nei mattatoi circa i modi di abbattimento ed il rispetto delle condizioni igienico-sanitarie degli impianti di macellazione.
  • Presso gli Istituti scientifici e farmaceutici, contro la vivisezione ed il maltrattamento degli animali; la sorveglianza si estende ai luoghi di custodia e di ricovero tendente ad impedire il commercio illegittimo di animali destinati alla vivisezione e il commercio degli animali esotici protetti dalla legge Washington.

 

ORGANIZZAZIONE NAZIONALE DELLE GUARDIE ECOZOOFILE

Le Guardie sono gestite a livello Nazionale, le Sezioni Provinciali ne fanno proposta all’ispettore Regionale, che deve avallare la nomina previo parere favorevole del Comandante Regionale.

L’organigramma è così gestito :

Coordinamento nazionale:

  • Composto dal Coordinatore Nazionale, dal Vice Coordinatore Nazionale,  e da diversi Dirigenti designati, che svolgono il ruolo di Coordinatori, che avranno la responsabilità di gestire al meglio i Coordinatori Regionali.

Coordinamenti Regionali :

  • Gestiscono coordinano le attività delle Guardie, organizzano e controllano i corsi di formazione e di aggiornamento delle GEZ per ogni singola Provincia, nominano i responsabili Provinciali e decidono sulle qualifiche interne delle GEZ, eseguono per conto del Nazionale relazioni e verifiche periodiche.

Coordinamenti Provinciali :

  • Gestito da un Coordinatore Provinciale, che ne dirige le attività e le disposizioni dei servizi, lo stesso attiva eventuali Distaccamenti Operativi dislocati in più punti della Provincia, l’organizzazione interna è disciplinata da apposito regolamento di organizzazione.
  • Le divise le auto di servizio, e ogni attrezzatura delle Guardie ha ottenuto l’autorizzazione del Ufficio Territoriale del Governo competente per territorio, l’attività viene svolta in completa sinergia con le Questure e subordinata alle Autorità Giudiziarie territoriali.